ASSESTAMENTO 2018: ACCOLTO EMENDAMENTO DE GODENZ IN FAVORE DEGLI APICOLTORI TRENTINI

145

Il Consiglio provinciale, nell’assestamento di bilancio della scorsa settimana, ha approvato un emendamento del consigliere Pietro De Godenz a favore dell’apicoltura in Trentino. Si tratta di un intervento puntuale ed estremamente efficace, molto atteso da chi nella nostra Provincia Autonoma è attivo nel campo dell’allevamento delle api e nella produzione del miele.

In particolare quanto approvato consentirà di togliere dalla legge provinciale vigente in materia l’aggravio delle visite del veterinario e del certificato medico nei casi di nomadismo, recependo l’art. 3 del Decreto Ministeriale della Salute secondo il quale l’apicoltore o chiunque detiene api potrà registrare gli spostamenti degli alveari senza ricorrere all’intervento sanitario dopo ogni spostamento.

“E’ indubbiamente una semplificazione importante” ha dichiarato il consigliere Pietro De Godenz spiegando la scelta di proporre questo emendamento “poiché grazie ad essa gli apicoltori della Provincia Autonoma di Trento potranno spostare i loro alveari, certamente tenendone ma senza doversi sottoporre dopo ogni spostamento da una valle all’altra ad una visita del veterinario.

Sono soddisfatto di aver proposto il recepimento di questa parte della normativa nazionale” ha concluso il consigliere UpT della Valle di Fiemme “perché da anni sono in stretto contatto con gli apicoltori della mia valle, ma non solo, con i quali mi confronto spesso e so quindi che in tutto il Trentino questa scelta era oltremodo auspicata. Ora che è passata in Consiglio i nostri apicoltori – che fanno un lavoro prezioso che ci permette di annoverare il settore apiario trentino come una dei miglior in Italia – potranno lavorare con più serenità e meno complicazioni.”

Qui copia emendamento cons. Pietro De Godenz in favore degli apicoltori trentini