ASSESTAMENTO 2020 – 2022: OK ODG DE GODENZ PER SOSTENERE PICCOLE IMPRESE CINEMATOGRAFICHE TRENTINE

120

Adottare misure volte a favorire le attività delle piccole imprese di produzione locali di audiovisivi e cinematografia utilizzando i fondi stanziati sul bilancio provinciale valutando inoltre la possibilità di incrementare la percentuale del contributo di finanziamento dei progetti audiovisivi anche fino all’ 80% del costo totale. 

Questo il dispositivo appena approvato, in seguito ad accordo con la Giunta, di un odg del cons. De Godenz dedicato alla cinematografia trentina e alle aziende che operano in questo settore.
“Il Covid ha colpito duramente tutti i lavoratori” ha spiegato De Godenz ” e anche gli occupati a vario titolo in produzioni cinematografiche nella nostra Provincia si trovano in fortissima difficoltà. Per questo ho richiesto che attraverso Trentino Film Commission i contributi vengano in percentuale aumentati. Tali aziende, infatti, concorrono a meglio definire e arricchire il patrimonio culturale comune, promuovendo nel contempo le peculiarità geografiche, ambientali, culturali e storiche della nostra provincia sia in Italia che a livello sovranazionale, favorendo inoltre la formazione e la specializzazione delle risorse professionali tecniche e artistiche operanti sul territorio, al fine di renderle più competitive a livello internazionale.” “Per tali motivi e considerando la tutela necessaria delle peculiari professionalità in questione, dopo aver sentito alcuni piccoli imprenditori cinematografici ho deciso di proporre questo ordine del giorno e sono soddisfatto della sua approvazione.” ha dichiarato infine De Godenz.

 

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO n. 9

ddl n. 60/XVI “Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2020-2022 “

La Provincia autonoma di Trento è tradizionalmente sensibile e attenta allo sviluppo e all’affermazione del mercato dedicato alla produzione degli audiovisivi.

In particolare, a partire dal 2010, la Giunta provinciale tramite la Trentino Film Commission e un apposito fondo dedicato promuove e sostiene fattivamente tutto il settore.

La Trentino Film Commission infatti, attraverso bandi a cadenza regolare, sostiene le produzioni cinematografiche, televisive e documentaristiche, sia italiane che estere, che possano sostenere la realizzazione e la diffusione di opere audiovisive, cinematografiche e televisive in Trentino e che contribuiscano, quindi, ad arricchire il patrimonio culturale comune, promuovendo nel contempo le peculiarità geografiche, ambientali, culturali e storiche della nostra provincia sia in Italia che a livello sovranazionale, favorendo inoltre la formazione e la specializzazione delle risorse professionali tecniche e artistiche operanti sul territorio, al fine di renderle più competitive a livello internazionale.

Sono numerose le associazioni dislocate sul nostro territorio, si parla infatti di circa 1’000 partite iva dedicate, che in questo momento post epidemia da Covid-19 si trovano in difficoltà in quanto, nella maggior parte dei casi, questi professionisti a causa delle peculiarità del lavoro che svolgono non rientrano nei criteri di valutazione per ricevere gli aiuti concessi dallo Stato.

In un momento storico come quello che stiamo attraversando la concessione del contributo da parte della Trentino Film Commission, che a oggi corrisponde al 50% del costo del progetto presentato, non risulta, nella maggior parte dei casi, sufficiente per far ripartire un settore che di fatto si trova in grave sofferenza.

Il rivedere quindi i criteri attuativi per il finanziamento dei progetti audiovisivi nei bandi del biennio 2020 – 2021 prevedendo sia un aumento della percentuale del contributo concesso che una particolare attenzione alle piccole imprese di produzione locali potrebbe sicuramente fornire un positivo impulso alla fattiva ripartenza del settore contribuendo anche a salvare numerosi posti di lavoro.

Per tali ragioni, visto l’art. 14 ddl 60/XVI in materia di Misure urgenti di sostegno per le famiglie e i settori economici connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e altre disposizioni e utilizzando gli stanziamenti previsti sulla missione 05.02.104 cap. 351050

Il Consiglio della Provincia Autonoma di Trento impegna la Giunta Provinciale:

a valutare la possibilità di – parte emendata adottare misure volte a favorire le attività delle piccole imprese di produzione locali di audiovisivi e cinematografia utilizzando i fondi stanziati sul bilancio provinciale;

– a valutare la possibilità di incrementare la percentuale del contributo di finanziamento dei progetti audiovisivi anche fino al 80% del costo totale.