CONS. DE GODENZ: ALBERI A BORDO STRADA E RETI, INTERVENIRE PER LA SICUREZZA

314

“La nuova ondata di maltempo degli scorsi giorni è stata purtroppo foriera di nuove problematiche. In particolare, a causa della caduta di alberi sulle linee elettriche o sui manti stradali, migliaia di cittadine e cittadini si sono trovati in pericolo o a disagio con, in alcuni casi, abitazioni e servizi rimasti senza luce o energia elettrica.
Pertanto, come del resto già anticipato dal sottoscritto e da altri colleghi anche durante i lavori della commissione riferita alla tempesta Vaia, ritegno sarebbe opportuno, dopo una precisa mappatura, intervenire nelle aree pericolose in modo da impedire che le piante, cadendo, possano arrestare vie di comunicazione o provocare danni. Per gli stessi motivi sarebbe estremamente indicato, laddove possibile e necessario, intervenire per l’interramento di linee elettriche e telefoniche. Si interroga quindi la Giunta per sapere se intenda procedere con l’attuazione di un progetto atto a sfoltire la presenza degli alberi rischiosi per l’incolumità di cose e persone ai lati delle strade provinciali e delle abitazioni procedendo nel contempo con uno studio per l’interramento di linee telefoniche ed elettriche ritenute a rischio.”

Questa l’interrogazione appena presentata in Consiglio provinciale dal cons. Pietro De Godenz per ribadire quanto sia necessario che la Provincia Autonoma di Trento compia ogni azione possibile per garantire la sicurezza delle cittadine e dei cittadini e le connessioni stradali, elettriche e telefoniche. “l’avevo presentata prima che la Giunta, la scorsa settimana, intervenisse in tal senso” ha spiegato De Godenz ” ma ho deciso di leggerla comunque oggi perché ritengo veramente importante che siano date ai trentini interessati risposte chiare e circostanziate. E’ diritto di tutti sentirsi garantiti e sapere cosa l’Ente pubblico sta facendo per la loro sicurezza” ha concluso.

In risposta, l’assessore Zanotelli ha confermato “quanto richiesto è stato in parte già avviato con il conchiuso di Giunta della scorso venerdì. Posso garantire che la Provincia continuerà a tenere alta l’attenzione e che in particolare per quanto riguarda la gestione degli alberi verrà aggiornato l’apposito protocollo inserendo quei tratti stradali che, dopo VAIA e le problematiche degli scorsi giorni,sono oggi da considerarsi come a rischio;saranno inoltre organizzati momenti di confronto, informazione e coinvolgimento di cittadini ed Enti al fine di migliorare la situazione e velocizzare l’aggiornamento.”

L’assessore ha poi fornito un lungo estratto delle modalità di intervento possibili,ricordando in particolare la distanza di 6 metri dal bordo strada in riferimento ai tratti a rischio e la possibilità di interrare reti e linee elettriche e telefoniche in area boscata nel rispetto del PUP in materia di pericolosità, soprattutto in assenza di viabilità o di altre infrastrutture lineari e con l’autorizzazione prevista dal vincolo idrogeologico ai sensi dell’articolo 16 della legge provinciale sulle foreste. Ha ricordato inoltre come siano possibile procedere in casi di comprovata necessità con procedure semplificate atte a velocizzare le realizzazioni utili.

Ringrazio l’assessore e la Giunta per aver compreso lo spirito della mia question time” ha ripreso De Godenz “anche se devo dire che, a livello personale, soli 6 metri di distanza mi sembrano pochi in riferimento agli alberi vicini alle strade ma certamente gli esperti avranno fatto le loro valutazioni e deciso per il meglio. Tengo a ribadire l’importanza dell’interramento delle reti telefoniche ed elettriche nelle zone problematiche, come ad esempio i passi di montagna e le zone valanghive, dove è inammissibile rimanere senza telefono o elettricità per esercizi quali alberghi e strutture ricettive e per la sicurezza. Per questo ritengo opportuno che si metta in campo una programmazione, impensabile ovviamente fare tutto subito, per procedere in tal senso.” ha terminato il suo intervento di replica il consigliere della Valle di Fiemme.