CONS. DE GODENZ: ALLACCIAMENTO ALLA RETE ULTRAVELOCE – SOSTEGNO PER LE APT TRENTINE

20

Il cons Pietro De Godenz, coadiuvato dai colleghi di partito Passamani e Tonina cofirmatari della proposta, ha appena visto approvare in Consiglio la mozione in oggetto, presentata per garantire a tutte le APT trentine un sistema di connessione efficace alla rete ultraveloce/banda ultralarga.

La mozione è stata approvata all’unanimità e dalla Giunta è arrivato l’assicurazione di come si stia accelerando per fare in modo innanzitutto che la copertura venga completata in tempi brevi e che si possa giungere a fornire i servizi richiesti a tariffe assolutamente vantaggiose (con un risparmio fino all’ 87%, ha dichiarato l’assessore competente)

Il cons. De Godenz ha accolto favorevolmente le dichiarazioni provenienti dalla giunta e ha auspicato che si possa arrivare al risultato paventato il prima possibile onde sostenere le ApT e tutte le realtà territoriali che, lavorando assieme ed in rete, rappresentano un fondamentale volano dell’economia di tutto il sistema Trentino.

PROPOSTA DI MOZIONE 534/XV

Mappare connessioni e e prevedere un sistema di allacciamento e abbonamento alla rete ultraveloce/banda ultralarga dedicato alle APT trentine.

 

Da anni il Trentino è impegnato, con risultati certamente positivi, nello sviluppo della comunicazione digitale, con particolare attenzione alle infrastrutture dedicate alla banda larga ed ultralarga.

Recenti statistiche di AGCom e ISTAT sottolineano infatti come la nostra Provincia Autonoma risulti al primo posto in tutta Italia per quanto attiene al livello di copertura su banda larga fino a 20 Mbps – con il 100% di copertura lorda rispetto al 98,7% della media nazionale e il 99,6% di copertura netta rispetto al 97% della media del resto d’Italia. Parlando di fibra ottica ad oggi, grazie al piano sviluppato negli anni dalla PAT, il nostro territorio può contare su una dorsale in fibra ottica pubblica di 1.132 chilometri e 91 nodi cui sono connesse – in banda ultralarga da 30 a 100 Megabit per secondo- molte sedi della PA tra cui 149 strutture comunali e oltre 2000 imprese locali distribuite in 6 aree industriali distinte.

Da alcune segnalazioni recentemente portate alla nostra attenzione risulta particolare, in riferimento al collegamento alla banda ultralarga, la situazione delle Apt del Trentino.

Le aziende di promozione turistica, infatti, non rientrando più nel novero degli enti pubblici, presentano situazioni differenziate: in alcune zone si trovano uffici costretti ad utilizzare, con reali conseguenze sulla velocità del trasferimento di dati e quindi sulla qualità e velocità della comunicazione, oggi sempre più fondamentale in ambito turistico, connessioni in semplice banda larga (a 10 o 50 mps), mentre altri si trovano a poter usufruire della connessione veloce della banda ultralarga. Questi servizi vengono usufruiti previo il versamento di un canone (dati ricavati da preventivi di Trentino Network) di circa Euro 7000 (6430,00 per la precisione) annui per connessione a 50 mps e di circa 10000 Euro (10 440,00 per la precisione) per la connessione a 100 mps. Vi sono poi casi, come quello dell’Azienda di Promozione Turistica della Valle di Fiemme, nei quali gli uffici risultavano collegati alla banda larga per iniziativa dell’Amministrazione comunale grazie all’intervento approntato per i Mondiali di Sci nordico del 2013, conclusi i quali si è deciso – dati anche gli ingenti tagli resisi necessari per fronteggiare la ridotta dotazione economica degli enti pubblici locali – di non pagare più alcun canone costringendo l’Apt a tornare ad una connessione lenta a 10 mps, situazione dalla quale l’APT sta uscendo in questi giorni abbonandosi, sempre con un canone di Euro 7000 annui alla connessione a 50 mps e andando parzialmente a sanare il gap di possedere un collegamento alla fibra ultralarga senza di fatto poterlo utilizzare.

Per quanto riportato sopra potrebbe risultare sicuramente opportuno studiare modalità particolari di allacciamento, abbonamento e gestione delle Aziende di promozione turistica del trentino alla rete ultraveloce, trattandosi di aziende che seppur non più pubbliche, continuano a mantenere un ruolo fondamentale e strategico per la crescita e lo sviluppo del Trentino, essendo il principale volano del turismo nella nostra provincia e quindi il principale motore della nostra economia.

Il momento potrebbe rivelarsi propizio per attivare queste opportunità a partire da subito e progressivamente poiché nei prossimi mesi, come riportato anche nell’intesa stabilita tra Provincia Autonoma di Trento e Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso luglio, grazie alla quale il Trentino si è visto assegnare 47 milioni di Euro (ai quali la PAT ne aggiungerà 25), prenderà il via la creazione delle cosiddetta rete ultrabroadband nelle aree bianche.

Questa nuova realizzazione potrà rivelarsi strategica per le aree alpine come le nostre, sempre interessate ad offrire ad imprese consolidate e nuove e ai nostri concittadini ed imprenditori servizi e occasioni di sviluppo, con uno sguardo alle future generazioni. Includere da subito anche le Aziende di Promozione turistica in questo ennesimo processo di innovazione appare pertanto un’azione lungimirante ed auspicabile. Le Aziende per il turismo, molti di noi gestori “della cosa pubblica” lo sanno benissimo, sono aziende per il territorio, grazie alle quali il Trentino è veicolato sul web, sulle televisioni nazionali e internazionali; sono imprese che hanno in primis l’obiettivo di comunicare la bellezza e la qualità della vita che caratterizzano le nostre valli. Insomma, non sono enti pubblici ma enti nei quali permane una forte utilità pubblica e dal lavoro dei quali tutto il sistema Provincia trae concreti benefici che per questo meritano di essere supportati nello svolgimento dei loro compiti e nel miglioramento necessario delle loro tecnologie soprattutto nelle componenti, come quelle sopra esposte, che risultano direttamente relazionate allo sviluppo del turismo e quindi dell’economia Trentina.

Pertanto Il Consiglio Provinciale impegna la Giunta Provinciale a: 

  1. Procedere con la mappatura delle connessione di tutte le Apt del Trentino, in modo da avere una situazione aggiornata delle modalità di connessione ad oggi presenti sul territorio provinciale.
  2. Ideare in collaborazione con Trentino Network, un sistema preferenziale di allacciamento, abbonamento e gestione delle Aziende di promozione turistica del trentino alla rete ultraveloce, anche individuando specifiche favorevoli modalità di connessione al sistema di banda ultralarga del Trentino, così da favorire l’efficientamento e le performance dei servizi e la riduzione dei costi di connessione rispetto agli standard nazionali previsti dalle tariffe Consip.

                                                                 – cons. Pietro De Godenz

                                                                 – cons. Gianpiero Passamani –

                                                                 – cons. Mario Tonina –