CONS. DE GODENZ: ATTIVARE UN TAVOLO DEDICATO AL SISTEMA DEI TRASPORTI TRENTINI

155

Comunicato stampa cons. Pietro De Godenz – interrogazione scritta per attivare un tavolo riferito al sistema dei trasporti provinciale


Il consigliere Pietro De Godenz ha deciso di riprendere una sua precedente mozione – datata luglio 2017 e approvata a maggioranza trasversale – nella quale impegnava la Giunta ad attivarsi per una attenta analisi nell’ambito dei trasporti della nostra Provincia, attuando nel contempo un utile confronto con i sindacati, gli enti strumentali della PAT e i soggetti collettivi afferenti al mondo dei trasporti.

il fine di questa mia mozione” spiega “era, ed è, quello di sviluppare concrete strategie di politiche occupazionali, anche attraverso un vero e proprio percorso scuola-lavoro e avviare percorsi formativi professionalizzanti mirati, per costruire soluzioni capaci di rispondere ai nuovi bisogni lavorativi emergenti del settore in questione.”

Tutto ciò perché ritenevo – e voglio ribadire -” ha continuato il consigliere UpT “che la capillare presenza del servizio di trasporto sul nostro territorio provinciale risponde alle esigenze dei cittadini e dei tanti turisti che frequentano le nostre valli e sia allora, che oggi, continuano a esserci, purtroppo, alcuni elementi di criticità legati sia alla sicurezza sui trasporti che alla mancanza di personale con disagi sia al personale che agli utenti recando un danno indiretto d’immagine alla Trentino trasporti stessa. Un’azienda come Trentino Trasporti deve saper prevedere i bisogni professionali e farsi promotrice di percorsi di formazione ad hoc riferiti alle figure professionali specializzate. E’ il caso, ad esempio, del personale da dedicare alla gestione dell’asse ferroviario elettrificato e non. Secondo le stime nel 2024 si raddoppieranno in Trentino le tracce elettrificate creando così un importante bisogno di operatori. Queste sono opportunità capaci di concorrere ad un miglioramento economico e possono essere occasioni mirate per i giovani per iniziare un percorso di autonomia lavorativa o un ri-orientamento lavorativo per gli over 50.”

Dobbiamo quindi lavorare tutti insieme con questa visione” conclude De Godenz prevedendo i miglioramenti necessari per continuare ad avere un servizio pubblico eccellente, garantendo anche l’occupazione di giovani e meno giovani attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro in settori strategici quali quello del trasporto ferroviario e su gomma.” 

Per tale motivo De Godenz interroga l’assessore competente per chiedere se lo stesso intenda convocare a breve rappresentanti delle realtà sindacali e i soggetti collettivi afferenti al mondo dei trasporti, al fine di attivare un tavolo di confronto per intervenire sulle problematiche rilevate, individuare e sviluppare concrete strategie di politiche occupazionali come previsto anche dalle indicazioni contenute nella mozione n° 165/XV precedentemente presentata e approvata.


INTERROGAZIONE SCRITTA

Nel luglio del 2017 veniva approvata all’unanimità una proposta di mozione del sottoscritto con la quale si impegnava la Giunta ad attivare un’analisi relativa allo stato dell’arte nell’ambito dei trasporti in Trentino, attraverso un confronto con gruppi sindacali, gli enti strumentali della PAT e i soggetti collettivi afferenti al mondo dei trasporti, al fine di individuare e sviluppare concrete strategie di politiche occupazionali e avviare percorsi formativi professionalizzanti mirati, per costruire soluzioni capaci di rispondere ai nuovi bisogni lavorativi emergenti del settore in questione.

Tutto ciò perché ritenevo – e voglio ribadire – che la capillare presenza del servizio di trasporto sul nostro territorio provinciale risponde alle esigenze dei cittadini e dei tanti turisti che frequentano le nostre valli e sia allora, che oggi, continuano a esserci, purtroppo, alcuni elementi di criticità legati sia alla sicurezza sui trasporti che alla mancanza di personale con disagi sia al personale che agli utenti recando un danno indiretto d’immagine alla Trentino trasporti stessa.

Un’azienda come Trentino Trasporti deve saper prevedere i bisogni professionali e farsi promotrice di percorsi di formazione ad hoc riferiti alle figure professionali specializzate. E’ il caso, ad esempio, del personale da dedicare alla gestione dell’asse ferroviario elettrificato. Secondo le stime nel 2024 si raddoppieranno in Trentino le tracce elettrificate creando così un importante bisogno di operatori. Queste sono opportunità capaci di concorrere ad un miglioramento economico e possono essere occasioni mirate per i giovani per iniziare un percorso di autonomia lavorativa o un ri-orientamento lavorativo per gli over 50.

Dobbiamo quindi lavorare tutti insieme con questa visione, prevedendo i miglioramenti necessari per continuare ad avere un servizio pubblico eccellente, garantendo nel contempo l’occupazione di giovani e meno giovani attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro in settori strategici quali quello del trasporto ferroviario e su gomma.

Pertanto, tutto ciò premesso si interroga l’assessore competente per sapere

se intenda convocare a breve i rappresentanti delle realtà sindacali e i soggetti collettivi afferenti al mondo dei trasporti, al fine di attivare un tavolo di confronto per intervenire sulle problematiche rilevate, individuare e sviluppare concrete strategie di politiche occupazionali come previsto anche dalle indicazioni contenute nella mozione n° 165/XV.

A norma di regolamento si richiede risposta scritta

cons. Pietro De Godenz