cons. De Godenz: dichiarazione in chiusura approvazione DDL55 Covid

77
In conclusione della discussione sul ddl 55, approvato dal Consiglio provinciale dopo una discussione protrattasi per tutta la notte, il consigliere Provinciale Pietro De Godenz, durante la dichiarazione di voto finale, ha voluto esprimere alcune considerazioni: “al termine di questo lungo consiglio “ha cominciato De Godenz” voglio condividere con voi la mia soddisfazione per l’esempio che siamo riusciti a dare con il nostro lavoro al Trentino e per quanto siamo riusciti a fare”.”Abbiamo infatti messo in campo una modalità di collaborazione che raramente si era vista in precedenza e i risultati sono sotto gli occhi di tutti: dalla discussione positiva, cominciata già nei lavori delle commissioni e giunta fino a questa mattina, abbiamo tratto scelte giuste e che ritengo potranno davvero aiutare la ripartenza in seguito a questa terribile pandemia. Certo, dispiace per alcuni ordini del giorno che non sono stati approvati, ad esempio anche uno dei miei dedicato alla tutela dei lavoratori intermittenti dello spettacolo e del terzo settore è stato respinto -anche se ripreso poi da una proposta del collega Olivi che abbiamo condiviso  e presentato assieme e che ne riprende in gran parte i contenuti- ma in generale abbiamo lavorato davvero bene. Allo stesso modo dispiace per il respingimento dell’ordine del giorno, anch’esso sottoscritto da tutte le minoranze e presentato dal collega Ghezzi, che prevedeva una specifica organizzazione della sanità nella gestione della fase 2: tema comunque fondamentale, e sul quale certamente insisteremo nel prossimo futuro.
” Esprimo invece profonda soddisfazione per l’approvazione dell’ordine del giorno numero 24, sempre presentato da tutte le minoranze e che ha visto come primo firmatario il collega Ugo Rossi, che individua Ben 10 direttrici, riprendendo in gran parte il documento presentato il primo maggio, per tutelare le finanze della Provincia autonoma di Trento. Si tratta, come ho già avuto occasione di dire, del documento legislativo più importante approvato in questa sessione, la sintesi di uno sforzo corale per andare compatti a trattare con il governo di Roma e la rappresentazione concreta del fatto che lavorare uniti sicuramente paga, porta e porterà, ne sono sicuro, risultati positivi anche per il futuro
Per questo invito il Presidente Fugatti ad approfittare della disponibilità che in questo momento il Consiglio, sia ovviamente nella maggioranza ma, e questo è meno ovvio ma altrettanto evidente e utile, nelle minoranze, gli sta concedendo. Ciò evidenzia come noi tutti siamo veramente protesi a lavorare compatti per aiutare oggi, e soprattutto nei prossimi mesi e anni, le trentine, i trentini e tutta la nostra terra a rialzarsi e a riprendersi dopo questa emergenza, portando a Roma con forza le stesse richieste.”
” in apertura” ha concluso De Godenz” avevo auspicato di vedere approvato questo ddl all’unanimità: ci andremo molto vicini, a conferma del senso di responsabilità e unità di intenti che contraddistinguono tutte le componenti del consiglio. Possiamo, davvero, definire quanto stiamo approvando come una manovra collettiva di responsabilità nei confronti della nostra terra. Mi dichiaro soddisfatto di ciò e comunico da subito la mia piena disponibilità a continuare su questa strada.Il Trentino ne ha bisogno e noi dobbiamo farlo.” Cons.Pietro De Godenz