CONS. DE GODENZ: LAGO SERRAIA – CONDIZIONI DA MIGLIORARE PER RESIDENTI E OSPITI

65

Il consigliere Pietro De Godenz, raggiunto da alcune segnalazioni negli scorsi giorni, ha voluto presentare una interrogazione alla Giunta dedicata alla situazione del Lago della Serraia, da anni interessato da fenomeni di fioritura algale molto persistenti, richiedendo soluzioni efficaci e che portino a un effettivo miglioramento dello stato di salute del Lago e alla sua possibile frequentazione in serenità da parte di residenti e turisti.

“Come risaputo, da molti anni il Lago della Serraia, situato nel territorio comunale di Baselga di Pinè, è interessato da un intenso fenomeno di eutropizzazione il quale, a causa dell’eccessiva ricchezza di sostanze nutritive, porta spesso, soprattutto nei periodi più caldi, l’acqua del bacino lacustre a ricoprirsi di una fitta fioritura algale” spiega De Godenz nell’incipit della sua interrogazione, e prosegue “la Provincia Autonoma di Trento da anni si occupa della salute del lago e della sua ossigenazione, necessaria al fine di evitare il ripetersi del fenomeno algale e permettere allo stesso e a persone e animali – ad esempio anatre e oche – che intorno a esso gravitano, condizioni vitali ideali, tanto da avere anche installato nel 2006 un impianto di ossigenazione sperimentale – attivo principalmente da aprile a dicembre – il quale, però, come confermato anche dall’ultima manifestazione algale datata agosto 2020, come risulta anche dal alcune immagini fotografiche che mi sono state fatte pervenire da alcuni residentI della zona, non sembra sufficiente”.

“Allo stesso modo” riprende il consigliere De Godenz “è bene evidenziare come la fioritura delle alghe possa portare – oltre alla comparsa di striature e a tappeti di alghe sul filo dell’acqua di colore verde intenso – anche alla generazione di un odore forte e persistente, causando l’allontanamento di ospiti e turisti interessati a passeggiare o a fare il bagno nel lago, come confermato dagli esercenti del luogo; pertanto alle primarie necessità ambientali si vengono evidentemente a unire quelle economiche, essendo la zona dei laghi di Pinè da sempre un catalizzatore turistico essenziale per tutto l’altopiano e, quindi, per gli alberghi, gli esercizi commerciali, i bar, i ristoranti e tutti i servizi a essi correlati. Tornando sulle condizioni del lago, i campionamenti e il monitoraggio effettuati il 4 settembre 2019, hanno evidenziato la presenza di un numero molto elevato di cellule di un cianobatterio appartenente al genere Dolichospermum, già presentatosi nel 2017, nello stesso periodo e con effetti simili; stessa fioritura si è per l’appunto ripresentata nel settembre 2019 e anche durante questa stagione estiva 2020, ed è ancora bene visibile nelle scorse settimane, come dimostrano le immagini sopracitate.”

“Ad oggi” conclude il consigliere “giunti al termine dell’estate e nonostante una mia precedente mozione discussa e approvata a febbraio di quest’anno, esattamente su questo tema, nella quale veniva richiesta l’applicazione di azioni risolutive, le stesse appaiono ancora lontane dall’essere attuate. Pertanto interrogo la Giunta per sapere

1) Se sono stati intrapresi interventi specifici prima e durante l’estate 2020 per migliorare lo stato del lago della Serraia e nel caso quali siano, se in questo periodo vengono effettuati e se siano previsti nei prossimi mesi

2) cosa intenda fare per migliorare l’ossigenazione del lago della Serraia, valutando un adeguamento dei metodi e dei tempi di utilizzo dell’impianto di ossigenazione attualmente attivo, a oggi utilizzato regolarmente sola da aprile a dicembre,

3) se intenda intraprendere ulteriori azioni nella gestione dei fenomeni di fioritura algale nel Lago di Serraia al fine di garantire, oltre al fondamentale e primario stato di salute ed equilibrio ambientale lacustre, un proficuo svolgersi delle attività turistiche, permettendo l’acceso alla rive del lago e alla balneazione per residenti e turisti.

Secondo quanto previsto dal regolamento interno il consigliere ha richiesto risposta scritta.