CONS. DE GODENZ: PRECISAZIONE SU DICHIARAZIONI IN QUARTA COMMISSIONE

1281

In merito a quanto riportato sui quotidiani odierni, ritengo doveroso procedere con una smentita della dichiarazione che mi è stata attribuita ieri in quarta commissione sul tema riorganizzazione sanitaria.

Arrivo subito al cuore della questione. Non ho mai, e ripeto, mai, dichiarato che in Trentino abbiamo troppi medici.

La frase esatta è stata ”in Trentino troppi medici svolgono funzioni amministrative venendo così distolti dalla loro attività primaria. Inoltre abbiamo un apparato amministrativo troppo pesante rispetto a quello di Province e Regioni limitrofe. A mio avviso, pertanto, potremmo recuperare quel personale medico occupato amministrativamente e spostarlo sulla parte sanitaria.”

Tutta un’altra questione, dunque. Chi ha seguito le dichiarazioni e le azioni messe in campo dal del mio partito e spesso presentate da me ( mantenimento dei punti nascita, richiesta di sostituzione di primari andati in pensione, rafforzamento del personale infermieristico) sa benissimo che ormai da più di un anno ci stiamo convintamente battendo per fare in modo che venga incrementato negli ospedali, in particolare in quelli di Valle, il numero dei medici  e del personale che al momento sono, in molti settori, inferiori a quelli necessari per garantire servizi di qualità.

Medici e personale con i quali, vogli ribadirlo, ci confrontiamo e collaboriamo spesso e che sono estremamente capaci e professionali e tengono essi stessi per primi a voler continuare a fornire ai cittadini servizi di altissima eccellenza in piena sicurezza.

Pertanto la dichiarazione che mi è stata attribuita non trova riscontro nella realtà dei fatti e gentilmente chiedo che di questo venga data notizia sui quotidiani di domani

                                                                                    cons. Pietro De Godenz