CONS.DE GODENZ: PROGETTONE, SODDISFATTO PER IL LAVORO D’AULA

213

Esprimo soddisfazione per gli emendamenti accolti dall’ass. Spinelli in fase di esame del suo disegno di legge “Sistema provinciale per la politica attiva del lavoro e la realizzazione di interventi e servizi di pubblica utilità (progettone) e integrazione della legge provinciale sul lavoro 1983”. Nello specifico sono state accolte varie proposte che rispondono puntualmente alle richieste arrivate durante la discussione dalle parti sociali e le associazioni audite e dai colleghi e me presentate. Infatti, ho predisposto un emendamento in quanto trovo opportuno che la programmazione dei progetti passi dall’approvazione del CAL, perchè gli enti locali insieme alle persone delle fasce più deboli sono i veri protagonisti di questa legge. Insieme al collega Olivi abbiamo dato indicazione di proseguire, in linea con la vecchia legge, con l’impiego dei soggetti appartenenti a particolari fasce deboli coinvolti nel progettone all’interno dei servizi ausiliari ai servizi della persona; infine, ma non per importanza, sono stati approvati due emendamenti presentati assieme al collega Zanella (che a mia volta avevo predisposto risultando così doppi) al fine di indirizzare la legge verso una politica di inclusione sociale sostenendo in questo modo le fasce più deboli e la proroga a gennaio 2024 dell’applicazione della normativa come richiesto a gran voce da più soggetti auditi. Invece la nostra proposta di allungare i tempi degli incarichi da tre ad almeno sei, se non dieci anni, non è stata accolta per un problema tecnico giuridico ma comunque è stata introdotta la possibilità di rinnovarli per altre due volte raggiungendo così i nove anni.

cons. Pietro De Godenz