CONS. TONINA: SODDISFAZIONE PER L’ AVVIO DEI LAVORI ALLA ROTATORIA DELLE SARCHE

225
Finalmente cominciati i lavori di sistemazione. Soddisfatto il consigliere provinciale UpT Mario Tonina che da tempo seguiva la questione e nel luglio dello scorso anno aveva presentato un’interrogazione ad hoc per sollecitare un intervento.
Di seguito si riportano gli articoli relativi riportati sui quotidiani trentini.
Al via i lavori della rotatoria di Sarche


SARCHE – Sono iniziati ieri a Sarche (Comune di Madruzzo), i lavori per realizzare della rotatoria in corrispondenza dell’intersezione tra la statale 45 bis Gardesana Occidentale e la statale 237 del Caffaro.
L’intervento iniziale, previsto della durata di circa 5 giorni, consentirà da sabato di avere la viabilità modificata. I lavori che comportano le maggiori interferenze con il traffico, saranno poi programmati al di fuori delle fasce orarie in cui si registrano i maggiori flussi veicolari. Nelle fasi che richiederanno l’istituzione del senso unico alternato, la regolamentazione del traffico sarà affidata a semafori.
In un comunicato stampa, il consigliere dell’Upt Mario Tonina si dichiara molto soddisfatto per l’inizio dei lavori: «Quello di Sarche è uno snodo importante e molto trafficato – sostiene Tonina – dato che rappresenta un punto cruciale. Proprio per questo ho presentato un’interrogazione in Consiglio provinciale nel luglio 2016 in cui sottolineavo come transitando in località Sarche in direzione di Trento o Riva del Garda, per gli utenti provenienti dalle Giudicarie, quotidianamente si riscontrano, soprattutto in determinate fasce orarie, forti rallentamenti dei veicoli e soste prolungate».
È necessario evidenziare come la SS 237 del Caffaro e la SS 45 bis Gardesana occidentale, nel tratto in oggetto, siano interessate mediamente dal passaggio giornaliero di ben 7.000 veicoli la prima, e 14.500 la seconda, tutti davanti all’hotel Ideal. (foto MIORI)

FONTE: Quotidiano L’ ADIGE del 4 aprile 2017

Partiti finalmente i lavori per la rotatoria delle Sarche


MADRUZZO Sono iniziati ieri i lavori per la nuova (e sospirata) rotatoria delle Sarche: uno snodo importante e molto trafficato, dato che rappresenta un punto cruciale in cui convergono i veicoli che si dirigono verso Trento provenienti sia dall’Alto Garda e Ledro che dalle Giudicarie. In merito il consigliere provinciale dell’Upt Mario Tonina si dichiara molto soddisfatto: «Data l’importanza dell’incrocio ho presentato l’interrogazione in Consiglio provinciale nel luglio 2016 in cui sottolineavo come transitando in località Sarche in direzione di Trento o Riva del Garda, per gli utenti provenienti dalle Giudicarie, quotidianamente si riscontrano, soprattutto in determinate fasce orarie, forti rallentamenti dei veicoli e soste prolungate». In effetti la SS 237 del Caffaro e la SS 45 bis Gardesana occidentale, nel tratto delle Sarche, sono interessate mediamente dal passaggio giornaliero di ben 7 mila veicoli la prima, e 14.500 la seconda e come sull’innesto della SS 237 sulla SS 45 bis spesso si formano code per coloro che, diretti a Trento o a Riva del Garda, provengono dalle valli Giudicarie. Inoltre, per velocizzare l’immissione sulla SS 45 bis, gli stessi veicoli in coda compiono talvolta manovre azzardate, transitando in strade interne comunali, nelle pertinenze dell’impianto di distribuzione carburante e nel piazzale antistante l’Albergo Ideal di Sarche. Da qui il merito di Tonina per aver sollevato l’annosa questione dell’inflazionato incrocio, sottolineando che «un territorio importante come quello di tutte le Giudicarie, interessato dal passaggio di migliaia di residenti e ospiti, merita particolare attenzione». (g.ri.)
FONTE: Quotidiano TRENTINO del 4 aprile 2017