GRUPPO UPT: IDROELETTRICO – EVENTO STORICO, AL TRENTINO LE COMPETENZE DI UN PICCOLO STATO

32

COMUNICATO STAMPA

COMPETENZE PER GRANDI DERIVAZIONI A SCOPO IDROELETTRICO

ALLE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

 

IL GRUPPO CONSILIARE DELL’UNIONE PER IL TRENTINO: EVENTO DI PORTATA STORICA, ALLA NOSTRA PROVINCIA LE COMPETENZE IN MATERIA IDROELETTRICA DI UN PICCOLO STATO.

Il Gruppo consiliare UpT esprime una profonda soddisfazione per le notizie giunte da Roma riferite alle concessioni idroelettriche.

“Giustamente si parla di un grande successo” spiegano Passamani, De Godenz e Tonina ”ma quanto ottenuto è davvero un risultato storico, perché chiarisce e completa le competenze che già la nostra Provincia aveva in materia di rilascio delle concessioni idroelettriche, definendo due elementi fondamentali: Il primo che la Provincia Autonoma di Trento, con il Demanio, è proprietaria dell’acqua e anche titolare di tutte le modalità di gestione dell’acqua stessa – questo vuol dire detenere e rafforzare competenze anche a livello civilistico e legislativo- pur rimanendo ovviamente nel quadro dell’ordinamento dell’Unione europea e dei principi della legislazione nazionale in alcuni settori, come ad esempio le norme internazionali riguardanti la libera concorrenza.

Inoltre l’accordo definito a Roma ci permette finalmente di superare, e questo è il secondo elemento cardinale, tutti quei blocchi che hanno tenuto fermo il rinnovo delle concessioni in questi anni: dalla valutazione dei beni, alla decisione di applicare o meno canoni sulla concessioni, a chi affidarli e, ancora, alla questioni legati all’essere o meno sottoposti alle Agenzie nazionali di acqua energia.

“Insomma” continuano i consiglieri dell’UpT ”in maniera inequivocabile oggi vediamo finalmente riconosciuta una nostra concreta e completa autonomia nella gestione del comparto idroelettrico che è veramente un elemento fondamentale per un territorio di montagna, quale il nostro Trentino e l’Alto Adige sono.”

Per questo il Gruppo UpT vuole ringraziare e salutare con un plauso coloro i quali tanto si sono spesi per raggiungere questo eccezionale risultato a partire dai tecnici del Servizi provinciali, ottimamente gestiti e guidati dai Dirigenti Fabio Scalet e Romano Masè e in grado di impostare un eccellente collaborazione con la Provincia di Bolzano.

Dal punto di vista politico il ringraziamento va, oltre al Presidente della Provincia Ugo Rossi, all’assessore competente Mauro Gilmozzi e alla nostra delegazione Parlamentare, la quale, grazie all’operato del Senatore Giorgio Tonini nel suo ruolo di Presidente della Commissione Bilancio e dei Senatori Vittorio Fravezzi, Franco Panizza, Karl Zeller, Hans Berger e Francesco Palermo, ha saputo lavorare nel miglior modo auspicabile facendo la differenza in riferimento all’ottenimento di questa importante modifica.

cons. Gianpiero Passamani

cons. Pietro De Godenz

cons. Mario Tonina