CONS. DE GODENZ: SERVONO 10 MILIONI PER LE RSA TRENTINE

314

Cons. De Godenz – RSA giusto intervenire con finanziamenti e azioni concrete

Ho appreso stamane dell’intenzione, manifestata dall’assessora alla Salute della Provincia Autonoma di Trento Stefania Segnana, di intervenire in tempi brevi in favore delle RSA del Trentino, messe a dura prova a causa della pandemia Covid purtroppo ancora in corso.
Da sempre seguo con attenzione il sistema sanitario e di accoglienza delle persone bisognose, come dimostrano del resto gli innumerevoli atti politici da me presentati negli anni – o sottoscritti se presentati da altri colleghi – riferiti a ospedali, ambulatori e alla nostre “case di riposo”, come nelle valli vengono ancora oggi chiamate le RSA, e ritengo quanto comunicato dall’assessora molto positivo. Io stesso negli scorsi giorni ho predisposto e depositato un apposito emendamento che presenterò nella discussione del bilancio la settimana prossima in aula con il quale richiedo un finanziamento di 10 milione di Euro a sostegno delle RSA.
Conforta pertanto, sempre stando alle dichiarazione dell’assessora – che ringrazio per la sensibilità dimostrata – che la volontà della Giunta sia indirizzata nella stessa direzione. Questa scelta, che sono certo verrà confermata a breve con l’approvazione d’aula, permetterà alle RSA di riprendere fiato e continuare nella loro preziosa opera a servizio delle comunità e, accompagnata da ulteriori misure, anch’esse annunciate sia per quest’anno che per il 2021, scongiurerà l’aumento delle rette e, quindi, un ulteriore aggravio dei costi per le famiglie. Da parte mia continuerò a lavorare per fornire ogni ulteriore apporto possibile non solo alle RSA ma anche agli ospedali e ai servizi sanitari, con particolare attenzione alle necessità delle valli del nostro trentino. Cons. Pietro De Godenz